LA RELAZIONE COME ASSET COMPETITIVO PER LE AZIENDE

schermata-2011-12-01-a-15-04-58

Di Maria Cristina Cattoni

Gentilezza significa anche rispetto e attenzione verso gli altri, verso le loro esigenze. Un buon clima aziendale si basa necessariamente su relazioni gentili tra colleghi e tra dipendenti e manager.

Alcuni tra i più importanti fattori di insuccesso delle imprese sono collegati alla gestione delle risorse umane che abbiamo riassunto in 3 dimensioni:

1. Produzione

  • Scarsa qualità del lavoro
  • Aumento degli errori
  • Scarsa produttività (perdita di tempo durante le ore lavorative, non rispetto dell’orario di lavoro e delle scadenze, ecc.)

2. Identificazione:

  • Insoddisfazione
  • Scarsa motivazione
  • Scarsa fiducia nel management
  • Assenza di opportunità work-life balance

3. Gestione

  • Conflittualità
  • Incapacità decisionale
  • Scarsa comunicazione
  • Problemi di delega

Le cause di queste criticità sono spesso da rintracciare nelle relazioni aziendali e in una comunicazione interpersonale mancante o disturbata.

Promuovere la gentilezza sul luogo di lavoro significa incoraggiare la partecipazione e la responsabilizzazione di ogni dipendente; significa favorire il lavoro di gruppo e la collaborazione tra settori differenti.

1013990_question_marks_istock_000011860969small

Ecco “le pratiche” più comuni promosse da imprese quali  Pepsico Francia, Elica Italia, Kraft Foods, Roche Svizzera, Novo Nordisk, Fedex, Ricard Francia, Google Svizzera e molti altri, che hanno un continuo  successo nel migliorare il clima aziendale e i risultati d’impresa:

  • Misure antistress
  • Screening sanitario gratuito
  • Orari di lavoro flessibili
  • Asilo nido aziendale
  • Sperimentazione di forme di telelavoro
  • Ristrutturazione degli spazi interni utilizzando i consigli dei dipendenti
  • Facilitazioni per le pause
  • Indagini periodiche per conoscere bisogni e richieste del personale
  • Assistenza e sostegno al rientro sul luogo di lavoro dopo lunghe assenze per malattia o maternità
  • Tempo a disposizione per partecipare ad attività di volontariato o di aiuto alla collettività
  • Spazi per il fitness e il relax all’interno della struttura aziendale.

Le pratiche appena descritte non avrebbero significato senza una buona comunicazione all’interno dell’azienda. Perché solo una comunicazione trasparente dalla dirigenza verso tutti i dipendenti permette la condivisione degli obiettivi e un clima di reciproca fiducia e rispetto può instaurarsi solamente quando i manager prendono in considerazione le richieste e le riflessioni dei loro collaboratori.

Senza comunicazione le misure antistress, gli orari di lavoro flessibili, lo screening sanitario, ecc, perdono di significato, perché rimangono dei comportamenti volti a gratificare i dipendenti e a migliorare l’immagine dell’impresa, senza per questo migliorare le relazioni tra le persone. Ma sono le relazioni interpersonali ad essere il vero punto di forza di un’impresa, perché attraverso il confronto con gli altri ogni persona ha l’opportunità di migliorare se stessa, di sviluppare le proprie conoscenze e la propria personalità.

La maggioranza delle imprese che attuano con successo delle pratiche rivolte al benessere psico-fisico dei lavoratori conoscono l’importanza delle relazioni interpersonali e basano la loro organizzazione interna sulla comunicazione trasparente ed efficace. Infatti, tutte le imprese citate si sono classificate tra i 100 migliori ambienti di lavoro nel mondo, stilata ogni anno da Great Place to Work Institute. Ciò che definisce un ambiente di lavoro eccellente è la qualità delle relazioni, in particolare se i dipendenti si fidano delle persone per cui lavorano, sono orgogliosi di ciò che fanno, e si trovano bene con le persone con cui lavorano.

15320_105629472810858_102714986435640_41174_7354609_n

Roche, per esempio, organizza in tutte le sue sedi internazionali dei programmi di inserimento ed affiancamento per i neo-assunti in modo che possano fin da subito condividere le informazioni chiave del nuovo posto di lavoro.

Con il programma “Face to Face” di Elica Group, invece, il Presidente e l’Amministratore Delegato incontrano direttamente (a cadenza trimestrale) i dipendenti del Gruppo che ne fanno richiesta. Un momento importante per fornire chiarimenti, rispondere alle domande e alle proposte dei propri dipendenti.

Anche PepsiCo France basa la sua cultura aziendale sul principio della “Porta Aperta”, ovvero un ambiente di lavoro condiviso al di là delle barriere gerarchiche, e sul riconoscimento dei successi dell’impresa dovuti ai contributi dei singoli.

Migliorare la comunicazione interna all’azienda è allora il primo passo da compiere, come già dimostrano i pochi esempi riportati. Ma ce ne sono tanti altri.

Perché non provare?

Per cominciare bastano dei semplici gesti:

  • Solleva lo sguardo dal monitor del tuo PC per sorridere al tuo collega quando inizia la giornata.
  • Interessati delle difficoltà familiari dei tuoi sottoposti.
  • Scambia le opinioni con i tuoi collaboratori sia durante incontri svolti con frequenza regolare sia tramite colloqui informali
  • Spiega le motivazioni delle tue scelte al tuo gruppo di lavoro.
  • Esercitati a parlare con i tuoi colleghi senza aggressività ed animosità. E ascolta anche il loro punto di vista.
Commenta articolo